giovedì 21 settembre 2017

ERICKSON PARTECIPA ALLA PRIMA EDIZIONE DI DIDACTA 2017 IL PIÙ IMPORTANTE APPUNTAMENTO FIERISTICO SUL MONDO DELLA SCUOLA

Tre appuntamenti per conoscere da vicino le proposte Erickson ascoltando e confrontandosi direttamente con gli autori. Suggerimenti didattici, spunti e proposte operative da utilizzare in classe Dal 27 al 29 settembre 2017 | Firenze


Il Centro Studi Erickson partecipa alla prima edizione di Didacta 2017, il nuovo appuntamento fieristico sul mondo della scuola, dal 27 al 29 settembre a Firenze. Fiera Didacta Italia è inserita dal Miur tra gli eventi previsti dal piano pluriennale di formazione dei docenti che potranno partecipare a oltre 80 eventi tra convegni, incontri, best practicedelle Regioni, workshop formativi sulle nuove tecnologie e sulla didattica.

A Didacta 2017 Erickson darà spazio alle novità editoriali pensate per sviluppare e realizzare una scuola davvero inclusiva, che sappia valorizzare le differenze di tutti gli alunni: dagli approcci teorici alle proposte operative fino ai giochi educativi. «I prodotti che Erickson presenta a Didacta hanno, nella loro diversità, un cardine in comune: l'innovazione. L'unica cosa che la scuola non può permettersi, nel suo ruolo di dinamo della crescita culturale e sociale, è di restare immobile. Erickson cerca di stimolare e accompagnare questo necessario fermento proponendo prodotti e metodologie didattiche innovative, in senso non superficialmente cronologico, ma misurato sulla freschezza dell'approccio, sulla capacità di potenziare le facoltà di apprendimento e di lavorare in una direzione pienamente inclusiva» afferma Fabio Di Pietro, direttore editoriale Erickson.

Tre gli eventi organizzati in occasione di Didacta 2017, per far conoscere da vicino le proposte Erickson e dare la possibilità al pubblico di ascoltare e confrontarsi direttamente con gli autori. Tanti anche i suggerimenti didattici, gli spunti e le proposte operative da utilizzare in classe.

Si parte con Camillo Bortolato e Mariarosa Fornasier, che illustreranno il Metodo Analogico, nato dall’esperienza di insegnamento del maestro e fortemente voluto, sostenuto e promosso dal Centro Studi Erickson. Sperimentato con successo da più di un milione di bambini, il Metodo Analogico fa leva sull’intuito innato dei bambini per trasformare l’apprendimento in processo spontaneo. Applicato in classe, il Metodo Analogico consente di «superare la didattica a goccia, volando sopra i curricoli e le programmazioni coniugando amore e rigore, umanità e scientificità». Nel corso dell’incontro saranno illustrati i principi del metodo e presentati i principali strumenti didattici per l’apprendimento dell’italiano e della matematica nella scuola primaria.

Discuteranno invece su “Come promuovere l’apprendimento della letto-scrittura e del calcolo partendo dal quaderno” Luciana Lenzi ed Enrico Angelo Emili, ideatori della serie Erickson “Tutto un altro quaderno”, per le prime classi della scuola primaria. Durante l’incontro verrà presentato al pubblico un nuovo concetto di quaderno: non solo uno strumento su cui scrivere, ma un supporto che permette a tutta la classe, compresi i bambini con difficoltà, di avvicinarsi alla scrittura e al calcolo, apprendendo i contenuti curricolari in modo più immediato e ordinato. Nel corso dell’evento i partecipanti, oltre a visionare le caratteristiche più innovative della serie, si metteranno alla prova con tutti gli schemi contenuti nei maxipaginoni per impostare un percorso didattico relativo alla propria classe.

Chiuderanno il ciclo di incontri Sabrina Campregher, Cristiana Bianchi e Sofia Di Crisci proponendo al pubblico un percorso didattico completo dalla terza alla quinta classe della scuola primaria per l’insegnamento in modalità CLIL di scienze e geografia. Sviluppato dalla Ricerca&Sviluppo Erickson, il percorso propone un apprendimento attivo, incentrato su una didattica laboratoriale e collaborativa, per sviluppare le proprie competenze disciplinari e linguistiche in modo concreto, coinvolgente e divertente.

Tra gli aspetti più innovativi del progetto, il lavoro di tipo laboratoriale, multisensoriale e collaborativo richiesto allo studente. Attraverso la costruzione di uno «student’s lapbook», infatti, il bambino sviluppa le proprie competenze linguistiche e disciplinari realizzando una sorta di cartelletta contenitore in cui sono inseriti dei minibook e/o template che contengono i principali concetti affrontati. Nel corso del workshop, oltre all’illustrazione del progetto editoriale, i partecipanti potranno sperimentare in prima persona i vantaggi e le potenzialità dell’utilizzo dei lapbook per l’insegnamento in modalità CLIL.

In questa prima edizione di Didacta saranno diversi gli eventi formativi sulle nuove tecnologie, come il workshop “ICT e inclusione scolastica: quando si rompono le barriere” a cui parteciperanno Dario Ianes, docente di pedagogia speciale e co-fondatore delle Edizioni Centro Studi Erickson, e Francesco Zambotti, responsabile scuola Erickson. Un utilizzo intelligente della tecnologia abiliterà nuove possibilità di conoscenza e gestione del percorso formativo sia per gli studenti che per gli insegnanti. Come afferma ancora Fabio Di Pietro. «Certamente la tecnologia è l'additivo che nel prossimo futuro influenzerà maggiormente gli sviluppi del nostro settore. Un utilizzo intelligente della tecnologia, soprattutto quella di basso costo, abiliterà nuove possibilità di conoscenza e gestione del proprio percorso formativo sia per gli studenti che per gli insegnanti. Questo consentirà di accelerare in direzione di un graduale superamento della didattica frontale, verso ambienti di apprendimento più collaborativi, basati sulle competenze, permeabili al mondo del lavoro e in grado di includere tutti nelle loro diversità e specificità».


Stand Erickson: 116, Spadolini piano inferiore

Per partecipare e iscriversi agli incontri: fieradidacta.indire.it/come-partecipare-a-didacta

Nessun commento:

Posta un commento