lunedì 26 giugno 2017

SCEGLIERE LA LAUREA DOPO LA MATURITÀ

Siamo ormai in periodo estivo, le scuole sono finite e per chi ha frequentato la quinta superiore, oltre agli imminenti esami di maturità, si pone ormai la questione dell’iscrizione all’università per l’anno successivo. L’operazione in sé non è complicata, basta sapere cosa si vuole studiare nei prossimi anni. La vostra sarà una decisione importante e sarà dunque d’obbligo scegliere con calma e in modo ponderato, anche in caso scegliate di frequentare uno dei corsi di laurea proposti da Educaform.



Una volta scelto il corso di laurea che volete frequentare, sarà bene esser certi di avere i requisiti per poter accedere ai corsi di laurea. In linea di massima non serve nient’altro che il possesso di un diploma quinquennale di scuola superiore, o un altro titolo di studio conseguito all’estero e considerato idoneo. Valido anche un diploma di durata quadriennale, che non prevede l’anno integrativo: sarà eventualmente l’ateneo a valutare eventuali obblighi formativi che compensino l’ultimo anno mancante.

L’unico ostacolo può eventualmente essere il test d’ingresso: alcuni corsi, ad accesso cosiddetto programmato, lo presentano sempre, per direttiva ministeriale (ad esempio gli ambiti sanitari), ma ogni ateneo può prevedere test come meglio crede, in caso ad esempio di affluenza massiccia (Economia ad esempio; sono le facoltà dette a numero chiuso). I corsi di laurea in teledidattica proposti da Educaform non hanno test d’ingresso, consentendo a chiunque di iscriversi e studiare quello che preferisce.

Quando iscriversi all'università: le scadenze per le immatricolazioni


Se ci si iscrive ad un’università tradizionale, non c'è una scadenza uguale per tutti gli atenei; le date delle iscrizioni variano infatti a seconda della facoltà prescelta e del fatto che il Corso di Laurea scelto sia a numero chiuso o ad accesso libero. In genere per i Corsi di Laurea ad accesso libero c'è più tempo per effettuare l'iscrizione e la scadenza può variare dalla fine di settembre all'inizio di novembre. Con i corsi proposti in e-learning da Educaform invece non c’è nessuna scadenza da rispettare, dato che è possibile iscriversi in qualunque momento dell’anno.

mercoledì 21 giugno 2017

COS'È LA CONTABILITÀ?

Cos’è la contabilità? Si definisce contabilità la procedura di registrazione delle transazioni rilevanti per un'attività dal punto di vista economico come entrate o uscite.



Di solito questa annotazione viene gestita in partita doppia ovvero usando due colonne (Dare e Avere) per contabilizzare i duplici effetti di ogni transazione. Entrambe le colonne devono sempre riportare lo stesso importo così che il bilancio sia in equilibrio.

La contabilità ordinaria richiede l'annotazione di diversi registri ed è richiesta dalla legge per attività che vendano prodotti per introiti superiori ai 700.000 euro o 400.000 se si tratta di servizi.

Tuttavia, questo regime può essere scelto anche da aziende che rientrerebbero naturalmente in quello semplificato con un comportamento concludente ovvero presentando tutti i registri previlisti dalla normativa per questo regime.

  • Chi deve tenere la contabilità ordinaria?
  • Sono tenute a tenere la contabilità ordinaria:
  • società a responsabilità limitata
  • società in accomandita per azioni
  • società per azioni
  • società di mutua assicurazione
  • società cooperative
  • consorzi, assicurazioni e organizzazioni non riconosciute
  • società e enti senza personalità giuridica non residenti sul territorio italiano
  • enti pubblici e privati che operano a scopo commerciale residenti in Italia
La contabilità semplificata come riportato nell'articolo 18 del Dpr. 600/73, può essere adottata da:
  • imprese individuali
  • società di persone
con ricavi inferiori a 400.000 euro per i servizi e 700.000 euro per i prodotti.

Possono optare per questo regime anche altre categorie di attività per cui la contabilità semplificata non è richiesta dal codice civile ma il volume dei guadagni è sotto le soglie sopracitate.

Nel caso in cui un soggetto svolga più attività contemporaneamente la decisione viene presa sull'attività prevalente.

Il corso in teledidattica “Corso Base in contabilità e bilanciosi propone di far comprendere in modo semplice i contenuti delle rilevazioni contabili e il loro riflesso nel bilancio di esercizio, in modo da fornire la preparazione pratica per gestire con successo gli aspetti fondamentali della contabilità quotidiana di un’azienda. Il corso mira all’approfondimento, attraverso un approccio pratico e facilmente applicabile al contesto lavorativo, le principali tematiche relative alla redazione e all’analisi del bilancio d’esercizio.

Il Corso Base in contabilità e bilancio è rivolto a lavoratori e professionisti che intendano apprendere i principi della Partita Doppia, gli aggiornamenti all’ultima finanziaria, le regole della contabilità e del bilancio, ma anche a soggetti occupati che non possiedono competenze di area amministrativa e che necessitano di consolidare le proprie basi conoscitive e sviluppare competenze tecniche specifiche richiesta dalla funzione assegnata per accrescere la propria professionalità. 

Tutte caratteristiche richieste in ogni ambito lavorativo. La maggior parte delle aziende è infatti alla ricerca di persone con tali competenze.



martedì 20 giugno 2017

5 CONSIGLI PER MIGLIORARE LA PROPRIA COMUNICAZIONE

Hai frequentato uno dei corsi proposti da Educaform dedicati alla comunicazione e ora vuoi metterti alla prova con un progetto complesso. Partiamo però da un presupposto: comunicare bene non è facile. Ci sono persone che riescono ad eccellere senza sforzo, altre invece che fanno fatica a formulare anche solo una frase ben fatta.



Ci sono però alcuni piccoli accorgimenti che si possono attuare per migliorare le capacità comunicative a costo zero e che ti aiuteranno a comunicare in modo efficace in ogni ambito della tua vita.

1- MANTIENI LA CALMA
Prendi i commenti che ti arrivano dagli altri e affrontali con calma e compostezza. Se ti agiti, trasmetterai insicurezza, indecisione, impreparazione. Se ti mantieni calmo, trasmetterai centratura, solidità, certezza. Questo permetterà di tranquillizzare il tuo interlocutore e ti permetterà di arrivare in fretta alla corretta soluzione.

2- IMPARA AD ASCOLTARE, ANCHE SE NON SEI D’ACCORDO
Se rimani attento e concentrato verso le idee degli altri, dimostrerai una qualità eccellente e molto utile. Ti dimostrerai attento e premuroso. Chiaramente questo risulta facile se il tuo interlocutore è della tua stessa opinione; diventa più complesso quando è di parere opposto. Mantenere una buona capacità di ascolto in questi casi può essere faticoso, ma è importante riuscirci.

3- TRATTIENI LA LINGUA QUANDO NECESSARIO
Esprimere il proprio parere quando ritieni che sia fondamentale, è un ottimo principio da seguire. CI sono casi o cose che però a volte è meglio tenere per sé, soprattutto quando il consiglio NON è richiesto. Un comunicatore efficace sa padroneggiare l’abilità di tenere a freno la lingua e lascia i commenti inappropriati fuori della conversazione.

4- ANALIZZA PRIMA DI PARLARE
La piena comprensione del contesto della conversazione ti aiuterà ad affinare le tue idee. Non avere paura dei silenzi e usali a tuo vantaggio per raccogliere le idee e rispondere in modo contestualizzato. Chiaramente avrai già in testa delle possibili risposte alle diverse domande che ti si potrebbero fare, però può accadere che alcune parole del tuo interlocutore ti deviino molto dal percorso ipotizzato. Conviene quindi ascoltare con attenzione e analizzare bene, poi rispondere di conseguenza.

5- LA VITA NON RUOTA (SOLO) INTORNO A TE
Se la vita e le conversazioni quotidiane fossero esclusivamente centralizzate su di te, la vita sarebbe noiosa e fastidiosa. Certo conosci qualcuno che parla solo ed esclusivamente di se stesso e delle sue esigenze. Impara ad apprezzare la vita degli altri e ad ascoltare anche le esigenze, idee e desideri altrui. In cambio ti verrà fornito lo stesso rispetto e attenzione.

lunedì 19 giugno 2017

QUALI SONO I VANTAGGI DEGLI ATENEI ONLINE?

Internet è diventato ormai parte integrante delle nostre vite: siamo individui iper-connessi, sempre pronti a ricorrere alla rete per trovare soluzioni immediate ai problemi, traendo sempre più vantaggi dalle tecnologie digitali. Le università online hanno ormai preso piede da qualche anno, offrendo una soluzione 2.0 per il conseguimento del diploma di laurea.



Gli atenei telematici sono enti privati che erogano corsi d’istruzione universitaria tramite una piattaforma digitale, nota come e-learning. Grazie a questo sistema i video delle lezioni, che sono pre-registrati in un’aula fisica o nello studio del docente, vengono caricati sul portale e possono essere seguite dagli studenti in qualsiasi momento, tramite connessione Internet. Di conseguenza, il materiale didattico è accessibile da qualunque computer casalinghi, dai tablet e anche dagli smartphone. Da ciò si capisce il boom degli atenei telematici: secondo le rilevazioni, infatti, si stima che ad oggi siano circa 60.000 gli iscritti a un’università online, ed il trend sembra essere solo all’inizio, con prospettive future ancora migliori.

Quali sono i vantaggi degli atenei online?


Studiare online ha i suoi ovvi vantaggi, legati innanzitutto al comfort di seguire le lezioni da casa, dato che solitamente è necessario recarsi al polo didattico solo per sostenere gli esami. Ma la cosa davvero straordinaria, è la flessibilità: le lezioni sono trasmesse in video-conferenza in tempo reale, ma sono contemporaneamente registrate sulla piattaforma di e-learning. Il che consente di accedervi senza alcun vincolo di orario. Ci sono anche molti vantaggi dal punto di vista economico, perché seguire le lezioni da casa significa evitare le spese dell’automobile, dei biglietti per i mezzi pubblici (per i pendolari) e dei costi d’affitto (per chi altrimenti andrebbe a studiare fuori sede).

Più tempo – Grazie alle piattaforme telematiche, che permettono l'accesso a lezioni e materiale didattico 24 ore su 24 da un qualsiasi dispositivo connesso ad internet, ogni studente potrà organizzare il proprio corso di studi in maniera indipendente e personalizzata, facendolo conciliare con molte altre attività, tra cui appunto il lavoro, oppure una famiglia.

Più scelta – Seguire un'università telematica non significa che non si possa comunque decidere di seguire le lezioni dal vivo, oppure recarsi all'università ogni giorno per consultare i propri docenti, o incontrarsi con i propri compagni di corso.

Meno costi – Grazie allo studio online, si possono abbattere i costi legati ai trasporti, ai pasti fuori casa, agli affitti fuori sede e tutte quelle spese che girano intorno all'università e che possono essere tranquillamente eliminate seguendo le lezioni da casa, oppure rendendo il proprio luogo di lavoro anche il proprio luogo di studio. Insomma, costi collegati allo studio nettamente più bassi, che aiutano l'economia familiare, o semplicemente il portafogli.

Scoprite i corsi di laurea proposti da Educaform oggi stesso. Non c’è test d’ingresso e ci si può iscrivere in qualunque periodo dell’anno