venerdì 28 aprile 2017

POST VERITÀ E GIORNALISMO

Viviamo nell’epoca della post-verità, basata sull’emotività e convincimenti personali a discapito di dati oggettivi, il superamento dell’attendibilità infatti raggiunge il punto di non ritorno nel momento della perdita di consapevolezza dell’importanza obiettiva dell’autenticità dei fatti. L’ascesa della post-verità, entrata con forza nella nostra quotidianità non deve essere sottovalutata, i pericoli rappresentati dall’illusione della conoscenza rischiano seriamente di depotenziare la qualità già fragile dell’attuale arena mediatica, in tale contesto le notizie che dovrebbero seguire rigidi parametri tecnico-scientifici, vengono lasciate in balia di bugie facili e rassicuranti. Una valanga di notizie travolge la Rete e gli utenti, incapaci di effettuare una scelta autonoma si affidano al trend del momento, vulnerabili e fragili diventano portatori inconsapevoli di ideologie fasulle.


Nella lotta contro la diffusione delle “fake news” si stanno iniziando a muovere i primi passi, ad esempio in Germania è stata annunciata una proposta di legge finalizzata a multare le piattaforme social nel momento in cui non provvedano a rimuovere contenuti hate speech in grado di incitare all’odio. I giornalisti e chi lavora negli uffici stampa hanno un compito importantissimo nella lotta alle fake news, fornendo informazioni corrette e precise in modo chiaro e semplice. L’obiettivo è diffondere le notizie, che esse siano scientifiche, sportive o di altri campi, in modo professionale in un mondo nel quale la professionalità e la verifica delle fonti rischiano di passare in secondo piano.

Proprio per questo, Educaform propone corsi in teledidattica di ambito giornalistico che coprono numerosi aspetti professionali, dalle modalità di scrittura per il web, al funzionamento degli uffici stampa, alla ricerca delle fonti e alla loro verifica. Fra i corsi è possibile frequentare Scrivere per il Web, il Corso di Ufficio Stampa Digitale, il Corso di Giornalismo 2.0: Comunicare con i Nuovi Media e molti altri corsi.

mercoledì 26 aprile 2017

TI PIACEREBBE SCRIVERE E PUBBLICARE UN ARTICOLO SCIENTIFICO?

Siete appassionati di scienza, tecnologia o comunicazione scientifica? Il vostro sogno è quello di diventare giornalisti scientifici? Se la risposta a queste domande è affermativa siete capitati nel posto giusto.


Gravità Zero è la rivista per appassionati di scienza e tecnologia in forte espansione, che vi offre la possibilità di scrivere un articolo scientifico che verrà pubblicato in una delle cinque sezioni principali SALUTE & MEDICINA NEUROSCIENZE SPAZIO & FISICA TECNOLOGIA ECONOMIA AMBIENTE . Questa potrebbe essere una grande possibilità per mettervi in mostra ed intraprendere un percorso che potrà portarti grandi soddisfazioni.
Ogni articolo conterrà la firma dello scrittore/trice e vi offriremo una sezione personale dove inserire tutte le informazioni che riterrete utili per farvi conoscere dal grande pubblico.

Regolamento

- Inviaci un articolo firmato con le tue generalità
- L'articolo deve essere originale e non copiato da altre fonti
- Allega una o due immagini che diano valore al testo
- Inviaci una tua biografia che comporrà il tuo profilo giornalistico (facoltativo)

Invia il tuo primo articolo a redazione@gravita-zero.org


VEDI ANCHE
CORSO DI GIORNALISMO SCIENTIFICO E NUOVI MEDIA

sabato 22 aprile 2017

108 ANNI FA NASCEVA RITA LEVI-MONTALCINI

La nipote, l'ing. Piera Levi Montalcini, spiega come il Premio Nobel sia un patrimonio dell'Umanità. 



Il 22 aprile di 108 anni fa, nel 1909, nasceva a Torino Rita Levi-Montalcini. Premio Nobel per la medicina nel 1986, grazie alla scoperta del fattore di crescita nervoso, è l'unica donna italiana ad aver ricevuto in campo scientifico il prestigioso premio ed è stata anche la prima donna ammessa alla Pontificia Accademia delle Scienze. 

Dallo scorso anno, il giorno della sua nascita è stato scelto per celebrare la Giornata Nazionale della Salute della Donna; la prevenzione il tema trattato quest'anno.

"Zia Rita - spiega Piera Levi-Montalcini, nipote della scienziata e presidente dell'Associazione Levi-Montalcini - è ormai l'emblema nel mondo del fatto che infrangere 'il tetto di cristallo' sia possibile, senza nulla togliere alle peculiarità femminili. In questi ultimi anni spesso la sua immagine è stata abbinata a campagne e iniziative per la tutela e il sostegno del mondo femminile in ogni ambito e credo che quello della salute sia tra i più importanti".

LA GIORNATA DELLA TERRA E IL TERZO PARADISO RIPRESO DAL SATELLITE

Che cosa unisce un satellite radar per osservazione della Terra e il Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto? La Giornata della Terra (l’Earth Day) e la VITA, o meglio la missione dell’Agenzia Spaziale Italiana VITA che vedrà a breve impegnato l’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea, Paolo Nespoli. Una Giornata della Terra speciale quest’anno, perché cade lo stesso giorno della “March for Science”, una marcia organizzata in oltre 500 città del mondo allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica e la politica sulla ricerca scientifica e le opportunità che offre



Da questa doppia relazione è nata l’iniziativa congiunta tra ASI e il Maestro, di riprendere con il satellite della costellazione Cosmo SkyMed (un programma dell’ASI realizzato industrialmente da Thales Alenia Space Italia), l’immagine del Terzo Paradiso, realizzata nei giardini della sede dell’Agenzia Spaziale Italiana con specchi riflettenti, che hanno permesso al satellite di cogliere l’opera di Pistoletto.

L’immagine rilasciata è stata catturata alle 18 e 56 del 6 Aprile, giorno del 60° compleanno dell’astronauta Paolo Nespoli, una giornata che ha messo in evidenza le capacità del satellite radar dell’ASI, poiché ottenuto nonostante il cielo coperto e la pioggia che avrebbero reso impossibile ad un satellite ottico di cogliere lo stesso risultato.



A dare il proprio supporto a questa iniziativa dedicata al giorno della Terra, RAM Radioartemobile, Thales Alenia Space, Telespazio, E-Geos (che distribuisce le immagini Cosmo SkyMed), oltre ovviamente a Cittadellarte – Fondazione Pistoletto.

L’iniziativa è frutto della collaborazione dell’Agenzia Spaziale Europea con il Maestro Pistoletto nell’ambito della missione VITA dell’Agenzia Spaziale Italiana. Per la missione, il cui lancio è previsto a fine luglio, è in fase di realizzazione SPAC3, l’applicazione collegata alla missione, un progetto sviluppato dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA) con RAM radioartemobile in collaborazione con ASI e Cittadellarte – Fondazione Pistoletto.